Ran

ran_okLa fotografia ha molti totem. E adora le guerre di religione.

Con l’avvento della rete, tutto questo si è moltiplicato nella portata e nell’entità, con un’ulteriore e interessante variante: ovvero la possibilità di reiterare ogni pensiero all’infinito, rendendo ogni argomento, ogni considerazione, mai superati. Senza possibile approdo.

Ran, in quel senso di “caos” che richiamava il celebre film di Akira Kurosawa, è dedicato a tutti i totem, che si tratti del “progetto” o dell’amore (o dell’odio) per la post produzione.

Perché la fotografia spesso la si ama. Ma si può anche sorriderne. Meglio ancora se di fronte a uno specchio, per non rischiare di prendersi troppo sul serio.


Ran

Annunci